Monday, March 20, 2006

Ridere è una cosa seria!

Esponenti dei più diversi ambienti e discipline concordano sul fatto che ridere non è solo piacevole ma svolge un ruolo attivo nei processi naturali di guarigione. Aristotele insegnava che un neonato acquisisce la condizione di persona solo quando inizia a sorridere; un antico detto cinese consiglia, per essere sani, di ridere almeno 30 volte al giorno.

Perchè?
  • Durante una risata di gusto si contraggono circa 400 muscoli e si bruciano calorie.
  • Cinque minuti di risate equivalgono a 45 minuti di esercizio aerobico.
  • Quando si ride, le funzioni respiratorie ne traggono beneficio e l'oosigeno nel sangue aumenta in maniera significativa.
  • Essendo impossibile penare e ridere nello stesso momento, la risata è un antidoto contro le fissazioni e i pensieri negativi.
  • Si potenzia il sistema immunitario, migliora la digestione, diminuisce lo stress e si secernono ormoni che stimolano l'attività cardiaca.
  • Quando ridiamo produciamo endorfine, sostanze che contribuiscono ad alleviare la sensazione di dolore.
La medicina non aveva preso in seria considerazione le proprietà terapeutiche del riso fino a quando Norman Cousins, un giornalista statunitense specializzato in temi di salute, decise, nel 1976, di utilizzarlo per autocurarsi da una malattia estremamente dolorosa, la spondilite anchilosante. Cousins aveva la sensazione che, finchè fosse rimasto ricoverato, le sue condizioni sarebbero peggiorate di giorno in giorno. La prognosi dei medici era totalmente scoraggiante: malattia incurabile e con tendenza a peggiorare; così, spacciato per spacciato, decise di tornarsene a casa e curarsi da solo... con i film di Chaplin e dei fratelli Marx. Grazie a questi, dieci minuti di grasse risate gli consentivano di godere di un paio d'ore senza dolore. Dopo qualche mese la sua malattia dava segni di evidente miglioramento. Nel 1978, completamente guarito, pubblicò un libro che fu acolto con un certo scetticismo dalla comunità scientifica, fino a quando, nel 1985, un aricolo del The Journal of the Royal College of General Practitioners dimostrò per la prima volta che la risata presenta realmente grandi proprietà medicinali.

3 Comments:

At 20/3/06 7:09 pm, Blogger StarPitti said...

Fedone ha ripreso il posting dopo un pò di digiuno con un argomento leggero ed interessante. Mi sono permesso di aggiungere una foto di Patch Adams che mi sembrava appropriata per la tesi che si espone nel post.

Chi più di lui è capace di dimostrare che a volte, un sorriso, una risata, un momento spensierato, può regalare molta più speranza che una medicina qualsiasi.

*pitti

 
At 21/3/06 8:19 am, Blogger Babba said...

A me personalmente capita di cercare di sdrammatizzare e provare a fare una risata, anche in situazioni in cui magari non c'è nulla da ridere. Un problema da cui non ci salto fuori al lavoro / studio e tanto altro. Aiuta, ti si svuota la mente e talvolta vedi la soluzione. E ti appare semplice.

 
At 21/3/06 12:57 pm, Blogger Fedone said...

grazie mille don per la foto!ci stava proprio!!cia cia cia

 

Post a Comment

<< Home