Monday, December 12, 2005

Il Gambero Rozzo. Guida alle osterie e trattorie d'Italia. Più che una questione di etichetta è una questione di forchetta.

“Non c’è alcuno spleen da tagliatella o da cacio e pepe disperso in ciò che io, e una pattuglia di volenterosi mangioni, siamo andati cercando. Semmai c’è un intento di rivalutazione, di recupero e, sotto traccia, di verità riguardo alla nostra cucina”.

Con queste parole Carlo Cambi, uno dei massimi critici enogastronomici d’Italia, ci introduce alla lettura di questa guida gastronomica volutamente non commerciale, vera e propria risposta a quel “festival delle pentole” che inonda le nostre case con numerosissime trasmissioni televisive. Carlo Cambi, invece, opta per l’autenticità della tradizione culinaria italiana e narra delle mille trattorie e osterie dove si possono gustare piatti genuini, dove in tavola c’è sostanza, quelle che servono il vino del posto, con modi magari un po’ spicci ma familiari e nelle quali si riscopre il rito e il piacere dello stare a tavola.

In copertina spicca l'entrata di una delle più antiche fiaschetterie fiorentine, "Il Latini", dove il piacere della tavola si mescola alla compagnia di commensali allegri ed improvvisati.
Mi sembra una guida fuori dal coro, qualcosa di semplice che mancava.
L'idea di fare una visita enogastronomica a Firenze è solo rimandata, ma resto dell'idea che valga la pena organizzarla.



2 Comments:

At 12/12/05 11:12 pm, Blogger Union-Jack said...

forse ho fatto casino.....chiedo venia
e pensare che sto cenando a Tango e Salame..........inoltre dulcis in fundo mi è pure volata una fetta di formaggio dietro il frigo......che mi tocchera' spostare.....altro che Ragionier Fantozzi.

 
At 22/12/05 1:13 pm, Blogger Fedone said...

ci voleva proprio!

 

Post a Comment

<< Home