Tuesday, January 17, 2006

CRASH

Trama:
Una casalinga di Brentwood e il marito procuratore. Un iraniano proprietario di un 24hours shop. Due detective della polizia, amanti occasionali. Il regista nero di un canale televisivo e la moglie. Un fabbro latinoamericano. Due ladri di automobili. Una recluta della polizia. Una coppia coreana di mezza età… Vivono tutti a Los Angeles. E nelle prossime 36 ore per loro sarà inevitabile scontrarsi…

Quando il contatto umano svanisce lasciando il posto all’indifferenza, al razzismo e alla rabbia, quando sei circondato continuamente da persone e ti senti ugualmente solo, quando l’unico contatto fisico è quello che si ha in mezzo alla folla, spalla contro spalla, è proprio il momento in cui rischi di non distinguere più la strada lasciandoti trasportare dagli eventi, navigando all’interno di questo mondo di metallo, vetro e plastica in balia di tutto e tutti.

Questo è quello che succede ai personaggi di CRASH costretti a vivere situazioni al limite dell’inverosimile incrociando i loro destini, scontrandosi, sopravvivendo (a volte), ai sussulti di una società in cui tutto è causato dalla impossibilità di comunicare.

Sul blog abbiamo già affrontato il discorso della difficoltà di comunicazione, che sfocia poi nell’impossibilità di incontrarsi e di condividere. Il blog è un modo alternativo, a volte necessario, e a volte sostitutivo, dei rapporti umani e della condivisione dei pensieri. Quindi attenzione!

Ma torniamo al film: scorre veloce, anche se potrebbe sembrare la solita pellicola ad episodi. Il ritmo è senza dubbio altalenante ma, con picchi di grande intensità e quasi mai prevedibile nella giostra degli eventi che si susseguono. Accattivante, diverso, commovente, un film che può risultare anche un po’ scomodo, e forse vale pena di vederlo solo per questo. E’ già disponibile in dvd a noleggio e, ovviamente, anche sul mio HD. Non ditelo in giro!!

Baciamolemani

Ps: credevate fossi sparito, invece non perdo un colpo, anche quando non sono fisicamente davanti al pc.


20 Comments:

At 18/1/06 2:43 pm, Blogger Babba said...

Interessante la versione su HD....faccio pervenire un apposito supporto?? Ven sera?? Ci sei o latiti anche questo week end??

 
At 18/1/06 2:48 pm, Blogger StarPitti said...

OT - Il post è datato perchè l'ho scritto, lasciato in bozza, e pubblicato in pausa pranzo. Rimane la data di creazione del post che in questo caso non coincide con la data di pubblicazione.

Un'altra cosa, quando si commenta un post con un argomento non inerente si dovrebbe usare l'abbreviazione OT (off topic) per indicare a chi legge che il commento non riguarda il post in calce.

Babba ha scritto non è un commento, quindi in questo caso ci stava OT.

Buona la prima!

 
At 18/1/06 2:50 pm, Blogger StarPitti said...

Babba, non scrivere e cancellare sempre i commenti, lasciali poi fai una corrige altrimenti si scrive su commenti esistenti che poi vengono cancellati. Risultato è che io rispondo a delle domande che non ci sono.

Buona anche la seconda.

 
At 18/1/06 3:00 pm, Blogger Babba said...

Chiedo venia Don!!! Finalmento ho visto anche io il Padrino dopo quasi un anne che avevo il DVD.
La recensione su Crash mi ha invogliato alla visione...nel caso nn ci si veda lo noleggierò come i comuni mortali ancora in attea di ADSL...

 
At 18/1/06 3:20 pm, Blogger Black Paul said...

Sreenplay e story sono di Paul Haggis.. dallo screenplayer di Million Dollar Baby ci si aspetta sempre belle cose:
Per dirla tutta.. è anche lo scrittore di alcuni episodi di Walker TR.. ma chi non ha nei nella propria vita??!

:-)

 
At 18/1/06 5:45 pm, Blogger Buridone said...

Il film trasuda tracce "altmaniane", in particolare per l'intreccio a episodi (anche se sarebbe improprio parlare di episodi, trattandosi di piani temporalmente e spazialmente coincidenti: le connessioni tra i protagonisti sono da pelle d'oca, soprattutto quella che si svela nel finale e richiama all'incipit) e per la vena di grottesco realismo che permea ogni vita umana fotografata. Un richiamo potrebbe starci anche con magnolia, altro splendido film sulla nostra orribile specie. Ma la sorpresa di questo film sta senz'altro nella morale amorale: NON ESISTONO I BUONI E NON ESISTONO I CATTIVI. CIASCUNO DI NOI E' ENTRAMBE LE COSE. DI PIU': I PERSONAGGI NEGATIVI SONO CAPACI DI INASPETTATI SLANCI DI ALTRUISMO ED EROISMO PURO, MENTRE I PERSONAGGI POSITIVI FINISCONO LORO MALGRADO CON LO SCIVOLARE NELLE MAGLIE DEL MECCANISMO CHE VOLEVANO CAMBIARE.
In questo film c'è qualcosa di tutti noi.
Signori: il trionfo del chiaro scuro.

 
At 18/1/06 6:49 pm, Blogger Union-Jack said...

dovrebbe arrivarmi a giorni ma ora sono ancora + curioso di prima.

 
At 18/1/06 8:16 pm, Blogger StarPitti said...

Brava ILA che ha colto in pieno; infatti Il bene e Il male si intrecciano per tutto il film.
Alla fine c'è qualcuno che trova il modo per riscattarsi, recuperando la dignità perduta. La coincidenza finale è contrapposta alla redenzione di uno di loro.

Ma non sveliamo troppo.....tiriamocela un pò Ila, lasciamo che si sforzino...

DON

ps: avevo capito bene vero? quando ho visto il post con la tua foto nelle bozze ho pensato che volessi metterla come miniatura. Ecco fatto. Che bellina.....

 
At 18/1/06 9:03 pm, Blogger giuggio said...

naturalmente quello che dice la burida è come se l'avessi detto/pensato io. ricordo solo che il film di altman di riferimento è america oggi, orrenda traduzione del titolo originale (short cuts) che significa proprio del montaggio veloce di storie che si rincorrono e si intersecano. la cosa stupefacente che altman fa in questo film e che crash non ha è che ogni ultima scena di un livello di accadimenti si congiunge con qualche particolare della prima di quello successivo. molto ichkocchiano eh? e la stessa cosa guarda caso succede nel libro più bello del mondo, che buridone avrà certamente letto: la casa del sonno - jonathan coe.
son contenta che lo vediate. ciao

 
At 18/1/06 9:06 pm, Blogger StarPitti said...

This comment has been removed by a blog administrator.

 
At 18/1/06 9:33 pm, Blogger giuggio said...

OT sto battendo in questo momento...e mi piace anche.

 
At 18/1/06 10:05 pm, Blogger StarPitti said...

ti ricordi quando ti ho chiesto se avevi una mailbox?

beh la mia la veddi adesso. e tra un'ora non la vedi più, quindi se ritieni sia il caso di provare ad usarla potrei fare un cosa gradita al blog.

a buon intenditrice .....

 
At 19/1/06 12:19 am, Blogger Black Paul said...

Il Don che la da via?!?!
L'indirizzo di posta s'intende..
Sono già le 00:20.. ed è ancora lì.

Carpe diem

Cose serie raggazzi
Stay tuned..

 
At 19/1/06 12:34 am, Blogger StarPitti said...

Opss....

 
At 19/1/06 7:02 pm, Blogger giuggio said...

ehhhhhhhhhh il mio fisso è in panne e mi collego con tutti i portatili del mondo ma per zero secondi. quindi dovrò aspettare una congiunzione astrale favorevole, mi sa. orevuar

 
At 19/1/06 7:41 pm, Blogger Buridone said...

OT
non ci capisco una mazza quando parlate così...ma ci godete ad escludere quelli che usano ancora la penna???

 
At 19/1/06 7:42 pm, Blogger Buridone said...

OT per *Pitti
X la foto: che te lo dico a fare, essere mitologico!!!

 
At 19/1/06 10:24 pm, Blogger Pastaboy said...

OT TARSENT VOLT ! OH DI SU PUTEN VA BEN CAT VA IN MUNTAGNA , MA I ME DVD GHENI INCORA O IAT VINDU'?

FAT MO VIV VENAR PAR PIASER KE MI AIO' BELA STA' PUR A SA'!

GRAZIE FORSE KOSI' ME LI RESTITUISCE .

 
At 20/1/06 2:53 am, Blogger Xbacco said...

bela Pastaboy erni i to
chi dvd c'aiò vist in sal bidoon l'altar dì un ag laeva in booca un can.
Salut.

 
At 23/1/06 12:59 am, Blogger Black Paul said...

Ho visto Crash questa sera.. fenomenale..
l'iraniano che spara sulla bambina mi ha fatto tremare..

era a salve o forse aveva davvero il mantello..

 

Post a Comment

<< Home