Friday, January 27, 2006

Hanno dimenticato.. e si è ripetuto..

E' esattamente il contario del titolo della nostra Missmaggia. Senza essere retorico e scontato voglio sottoporre anche alla vostra attenzione quanto lessi io.. non più di pochi mesi addietro.
Bisogna tener presente, alla luce di quanto sto per raccontarvi.. che la storia è ciclica nel 80% dei suoi avvenimenti.. ed è soprattutto fatta di emulazione. Nel giorno della meoria, in virtù del fatto che è soltanto un giorno all'anno.. ci si deve imporre anche di ricordare tutti coloro che sono caduti sotto la scure del razzismo, dell'intolleranza, della rabbia, dell'odio.. di tutti i caduti ingiustamente e senza colpa se non quella di far parte del gruppo (etnico, religioso, politico, ideologico..) sbagliato:

Nel 1924, in prigione per il mancato colpo di stato di Monaco, Adolf Hitler lesse I principi dell'ereditarietà umana e l'igiene razziale un testo di eugenetica scritto da Erwin Baur, Eugen Fischer e Fritz Lenz, e ne trasse la conclusione che i tedeschi erano una razza superiore.
Nel 1933 il neonato governo nazista promulgò una legge per la sterilizzazione forzata di schizofrenici, maniaco-depressivi, epilettici, ciechi, sordi, deformi e alcolizzati che nei 5 anni successivi fu applicata in 400.000 casi.
Nel 1934 furono proibiti i matrimoni ai malati mentali gravi e nel 1935 le leggi di Norimberga per la protezione del sangue dell'integrità impedirono ai tedeschi non solo i matrimoni ma anche i rapporti sessuali con gli ebrei.
Tra il 1939 e il 1941 furono uccisi 90.000 internati nei manicomi, e tra il 1941 e 1945 furono sterminati 6.000.000 di "portatori di sangue e geni infetti", il tutto all'insegna della purezza della razza.

Dal Mein Kampf si evincono parecchie cose, parecchie idee che furono fornirnite ad Hitler da altre menti, da altri tempi.. provenienti da altri loghi..

Il modello per la soluzione finale del problema ebraico è stato il modo in cui gli Stati Uniti avevano risolto il loro analogo problema indiano: un genocidio sistematico e scientifico dei 18.000.000 di nativi che vivevano nell'America del nord. Quanti indiani rimangono negli Sati Uniti oggi? Qualche centinaio, mantenuti in riserve come i bisonti.

Il progetto per il trionfo Nazista era modellato sulla tenace adesione ai dogmi e sulla fanatica intolleranza che hanno caratterizzato il passato della Chiesa cattolica (inquisitoria) ed il presente della fede Mussulmana.

Le leggi sull'eugenetica di Hitler erano dichiaratamente ispirate al modello statunitense di Harry Laughlin al quale, proprio da Hitler, fu conferita la laurea ad honorem nel 1936. Bisogna ricordare che la prima legge per la sterilizzazione dei criminali, idioti, stupratori ed imbecilli fu promulgata nel 1907 nello stato dell'Indiana. Fu poi imitata da un'altra trentina di stati. Addiritura fu dichiarata costituzionale.. sì sì.. costituzionale. Negli anni 30 furono 60.000 ad essere sottoposti alla legge nella sola California.

Nel 1916 un certo Madison Grant, molto amico di Roosvelt, scrisse il libro Il passaggio della grande razza. Hitler stesso gli scrisse un telegramma per congratularsi.. egli ne fu veramente entusiasta dell'apprezzamento. Riportando e stilando la classifica del razzismo.. si riesce ad avere un grottesco trittico:
Roosvelt, Hitler, Verwoerd (spero ricordiate l'apartheid)

Il nazismo ci ha lasciato una angosciante eredità: era una ideologia così ben congegnata che l'unico modo per sconfiggerla.. era di abbracciarla. Volevano che la violenza dominasse il mondo e, guardandosi attorno.. il loro scopo non è poi così tanto lontano.

Non si deve dimenticare, non si deve ripetere...



10 Comments:

At 27/1/06 8:33 pm, Blogger Black Paul said...

Leggendo il titolo e guardando immediatamente dopo l'immagine di questo post spero possiate andare con la mente.. alla Striscia di Gaza.. a quel nuovo muro di Berlino mediorientale.. e a tante altre assurdità che non sto ad elencare.

 
At 28/1/06 1:14 pm, Blogger redlady said...

Effettivamente pensando a tutta la storia dell'umanità, e ,purtroppo, anche a quella più recente, la storia si è ripetuta più volte, basti pensare ai soldati americani che seviziano i "loro" prigionieri di guerra e li fotografavano.
A volte non capisco se è perchè hanno già dimenticato o perchè non hanno mai saputo e vissuto!
Poi nei giornali di tutti i giorni troviamo articoli su razzisti che hanno picchiato un "extracomunitario" perchè "diverso" da loro, ma poi cosa vuol dire questo "diverso"?
Ricorderò sempre la frase di un mio insegnante di ragioneria americano, "ma cosa vuol dire per voi extracomunitario, se ci pensate bene, anche io lo sono!", eh si, perchè noi vediamo come "extracomunitari" solo quelli che hanno la pelle diversa dalla nostra, e poi magari non sappiamo che hanno la cittadinanza italiana!
Insomma potrei dilungarmi a parlare di questo argomento ad oltranza, penso che finchè tutti non ci vedremo come uguali, questi "orrori" continueranno, anche se in maniera più ristretta!

Buona giornata a tutti!

 
At 30/1/06 6:27 pm, Blogger giuggio said...

che l'orrore continui a ripetersi all'infinito, anche sotto i nostri occhi di contemporanei, è persino troppo evidente per poter anche solo provare a sperare.
e di tutte le morti la più definitiva per me è proprio la morte della speranza in un uomo che possa imparare dai propri errori/orrori.
alcuni esempi con cui anch'io possa contribuire?
A. il genocidio - guerra civile basata sul conflitto tra diverse etnie successo non molti anni fa in ruanda/burundi tra utu e tutsi: ricordo i fiumi rossi del sangue di uomini e bambini uccisi a colpi di machete, ricordo i villaggi incendiati con interi gruppi familiari arsi vivi, ricordo la mia incapacità a comprendere l'inerzia dell'onu e del consesso civile, che registrava fatti ed immagini come se non ci riguardassero...
B. vagamente e senza capacità di precisare meglio mi viene in mente di aver letto di una sperimentazione, appoggiata dalla cia negli anni cinquanta, di un farmaco contro il raffreddore su un gruppo etnico nel cuore dell'amazzonia. ovviamente questo ne risultò estinto in pochi anni. ragioniamo vi prego sul rapporto "costi-benefici": un farmaco in più fra i tanti già in grado di curare una malattia minore per il ricco occidente che fa strage di un gruppo etnico del ceppo inca, unico ed irripetibile...
e poi il kossovo e i campi di concentramento scoperti nei balcani, e poi la persecuzione degli ebrei etiopici falasha ancora in pieni anni ottanta...
e anche noi italiani che chiamiamo terroni i meridionali, discriminandoli da chissà quale supposta superiorità.
per finire riporto un frase che mi disse una volta moni ovadia: "ricorda che solo gli orsi polari dell'artico possono stare al sicuro dal marchio offensivo di terrone..."

 
At 30/1/06 6:56 pm, Blogger Buridone said...

per inciso, non se la passano tanto bene neppure gli orsi polari.
grazie al disgelo, causato dal molto discusso ma per niente arginato riscaldamento terrestre di cui l'essere umano cosiddetto civile è il principale artefice, per procacciarsi cibo e spostarsi da un iceberg all'altro questi splendidi animali ANNEGANO tanto è aumentata la distanza tra un ghiacciaio e l'altro.
anche questo, la razza superiore, il becero essere umano, dimentica ogni giorno. stiamo distruggendo il pianeta che ci è stato dato in prestito: non l'abbiamo comprato!!! ne siamo responsabili ma continuiamo a voltarci dall'altra parte. è un altro sassolino nella scarpa che mi fa zoppicare...

 
At 30/1/06 8:38 pm, Blogger Union-Jack said...

OFF TOPIC
con tutto il rispetto per gli orsi polari, i koala e quant'altro.....ma il paragone mi sembra un po' "tirato", forse perche' egoisticamente tengo + alla pellaccia di un uomo.
--------------------------------------
IN TOPIC
se in ruanda ci fosse stato petrolio.....vedi come tutti sarebbero corsi a dare aiuti umanitarii e solidali

 
At 31/1/06 1:59 pm, Blogger Babba said...

E' un mondo di opportunismo, e di memoria corta. Purtroppo ci si scorda spesso della storia e si ricade negli stessi errori
OT
Ecologicamente parlando avevo già buttato il sasso in un mio post su un'immersione fatta nel Mar Ligure. Siamo (mi ci metto ance io) degli incoscenti.

Per Union-Jack dici che il paragone è un po' forzato...gli orsi polari sono messi ancora peggio di noi...non ci possono fare nulla noi si. Magari io sono sensibile più al mondo sommerso, ma vedere un'aragosta con la micillaggine bianca che gli penzola dalle antenne è proprio brutto, su tutta la poseidonia si deposita uno strato di schifezza, le madrepore muoiono...

 
At 31/1/06 3:26 pm, Blogger giuggio said...

che cari che siete. non mi avete nemmeno sbeffeggiato per aver scritto inca invece di indios...mciù!!!
e per quanto riguarda gli orsi, non era ahimè una considerazione ecologica, ma solo un modo di dire che ciascuno di noi è terrone rispetto a qualcuno che sta più a nord di lui, tranne per l'appunto gli orsi del polo nord...
bello cmq lo spunto ambientalista, che condivido in pieno.

 
At 31/1/06 6:58 pm, Blogger Buridone said...

OT PER UNION JACK
Il mio non era un paragone, era una ulteriore considerazione di quanto la razza umana cui apparteniamo non sia affatto da considerarsi superiore, se è vero che le più grandi disgrazie (dalle guerre ai disastri ambientali, dalle morti per fame e sete di milioni di nostri simili al silenzio per ciò cui assistiamo impotenti) sono frutto della sua arrogante presunzione di non dover mai chiedere permesso o scusa o di credere che non si paghi mai il conto. Homo Homini Lupus e non solo.
Personalmente preferisco indirizzare il mio rispetto verso altre forme di vita incruente ed "ecologicamente compatibili". Se non cominciamo a ragionare in termini più ampi ci ritrovaremo ad abitare, malamente, questo pianeta da soli, in mezzo alla steppa, un mucchio di armi e milioni di alberghi di lusso e discovery channel. Sai che gudiola.

 
At 1/2/06 8:08 pm, Blogger Union-Jack said...

il discorso nazismo è per me è un nervo scoperto, per ragioni prettamente personali.

l'uomo non è superiore tuttavia ha raggiunto traguardi (nel bene e nel male, intendiamoci) impensabili, da cui ne derivano anche grandi responsabilità, tra cui anche in teoria quello di favorire uno sviluppo mondiale tollerabile e nel rispetto della flora e della fauna.
ho detto in teoria e lo sottolineo dato che è impensabile che chi discrimina e abusa del proprio prossimo si faccia carico di tanto altruistici orizzonti.

volendo sdrammatizzare fino all'osso: "da grandi poteri derivano grandi responsabilita"...dal film Spiderman.

 
At 2/2/06 6:56 pm, Blogger Buridone said...

ultima chiosa:
chi non rispetta l'ambiente e gli esseri che lo abitano non sarà mai in grado di rispettare un altro essere umano. se non altro perchè l'essere umano abita, pure lui, in quell'ambiente.

 

Post a Comment

<< Home