Sunday, April 02, 2006

STEM CELLS RELOADED

Mi riaggancio al post pubblicato da Pastaboy ad inizio marzo e che trovate qui . Il motivo è che un caro amico di cui non faccio il nome per non violare la sua privacy (si sposa tra meno di un mese!) mi ha scritto alcune interessanti domande in email e, dopo averne discusso con il Don, per quanto mi è possibile vorrei pubblicamente condividere la discussione. Premetto che quanto scrivo viene avvallato da fatti e non si tratta delle mie elucubrazioni mentali.

E' vero che le staminali embrionali sono tanto promettenti?
in linea "teorica" sono + "flessibili" della controparte adulta. A mio avviso per una ragione ben precisa. Semplificando, l'entita' che si forma dall'incontro tra lo spermatozoo e la cellula uovo comincia a dividersi e si forma una massa nota come blastocisti; a questo punto viene deciso lo sviluppo spaziale e temporale del futuro organismo (prima ancora che questo avvenga!). Si vengono a creare 3 distinte "linee" cellulari: endoderma, mesoderma ed ectoderma. Ciascuna delle quali migra secondo un "piano specifico", formando delle invaginazioni e costrizioni ed andando a produrre diversi strutture e tessuti: l'ectoderma produrra' il sistema nervoso e l'epidermide; il mesoderma generera' i muscoli -incluso il cuore-, le ossa e le componenti del sangue mentre l'endoderma è responsabile di alcuni organi interni tra cui intestino, polmoni e fegato. Se si lavora con staminali adulte si incontra a mio avviso un problema:
andare ad isolare in un organismo adulto le "giuste" staminali per svolgere una specifica terapia, dal momento che non è stato rigorosamente dimostrato che cellule staminali mesenchimali possano sostituire cellule staminali endoteliali. A livello embri8onale, invece, ci sono meno cellule con cui lavorare e la caratterizzazione è in linea teorica + semplice. E' comunque possibile.
AD ESEMPIO
Cellule staminali mesenchimali, possono aiutare a riparare i tessuti danneggia dall'artrite: sono in grado di trasformarsi e differenziarsi in diversi tessuti connettivi, quelli maggiormente intaccati dalla malattia che colpisce le cartilagini e le ossa. Finora, le MSCs erano ottenute solo dal midollo osseo, con un procedimento invasivo, doloroso e costoso. Ora, invece, gli scienziati sono riusciti per la prima volta a ottenere queste staminali adulte dal periostio, uno strato di tessuto connettivo che ricopre le ossa. E queste cellule, perfettamente assimilabili alle staminali adulte mesenchimali, sono in grado di riparare cartilagini, muscoli e ossa nei malati di artrite. Nello specifico, i ricercatori sono riusciti a ottenere campioni di cellule del periostio dalla tibia di 12 donatori umani di età compresa tra i 24 agli 83 anni. E li hanno sviluppati in coltura. Le staminali così ottenute sono state poi iniettate in alcuni topi di laboratorio, riuscendo a ottenere la crescita di tessuti e la rigenerazione dei muscoli.
OPPURE
Le cellule estratte dai testicoli umani potrebbero in futuro sostituire le staminali embrionali ai fini terapeutici. Secondo gli scienziati, la stessa cosa potrà essere fatta intervenendo sui testicoli umani, con una semplice biopsia. Un risultato che garantirebbe la possibilità di coltivare cellule staminali a fini terapeutici geneticamente compatibili con chi ha bisogno di cure, ma senza intervenire sugli embrioni umani ed evitando così gli ancora irrisolti problemi scientifici ed etici. Il grande passo avanti è stato accertare che questa capacità straordinaria ai fini terapeutici rimane intatta anche nelle cellule dei testicoli dei topi adulti.
PER LA PAR CONDICIO TRA I SESSI:

Cellule staminali prelevate dal sangue mestruale e dal cordone ombelicale si comportano in modo molto simile alle cellule del muscolo cardiaco, tanto da poter diventare nuove fonti alle quali attingere per riparare il cuore danneggiato dall'infarto. Nel primo studio le cellule staminali della parete che riveste l'utero (endometrio) sono state isolate nel sangue mestruale raccolto da sei donne. Studiando il comportamento di queste cellule, i ricercatori si sono accorti che, al momento del prelievo, circa la meta' di esse si contraeva simultaneamente: un fenomeno che ha suggerito l'esistenza di una sorta di comunicazione elettrica fra le cellule molto simile a quella che esiste fra le cellule cardiache.

E' vero che per colpa del referendum di quest'anno in italia rimarremo indietro rispetto al resto del mondo ?
L'italia purtroppo non ha molta voce in capitolo. C'è da dire che una petizione è stata depositata al Parlamento Europeo da parte della associazione Luca Coscioni affinche' il SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (2006-2010) confermi la possibilita' di finanziare ricerche che utilizzano embrioni sovrannumerari e la tecnica del trasferimento nucleare (nota anche come clonazione terapeutica)....VEDREMO

Ci sono studi su animali che mostrano che le staminali embrionali sono veramente così importanti per curare tumori o altre malattie ?
Epilessia, Parkinson, diabete, lesioni alla spina dorsale.....

Aggiungo poi una nota personale sulle grandi compagnie farmaceutiche, secondo ulcuni il Male della nostra societa'. Indubbiamente le cellule staminali daranno una forte sterzata al metodo tradizionale di produrre farmaci. Non si tratta + di avere una molecola attiva ma di lasciar fare il lavoro di riparazione alle cellule stesse. Se le compagnie farmaceutiche non decidono ad investire, il tutto si risolve con un nulla di fatto.

Volutamente non ho toccato aspetti etici. Non perchè non siano interessanti, intendiamoci, bensi' perche' mi era stato chiesto un parere oggettivo. Per chi ne volesse sapere di +, consiglio una visita al portale di MOLECULARLAB.
che vanta una sezione di notizie aggiornata e rivolta a tutti e non solo agli addetti ai lavori.

alla prossima

UJACK

14 Comments:

At 4/4/06 12:35 pm, Blogger StarPitti said...

Ottimo, ho avuto tempo solo ora per vedere....veramente un ottimo livello di conversazione.

Thanks a UJk

 
At 4/4/06 8:17 pm, Blogger Fedone said...

grazie mille UJack,veramente molto interessante!

 
At 5/4/06 5:19 pm, Blogger StarPitti said...

Ci sarebbe da discutere, è un argomento molto complicato per profani come noi contributors, anche se le informazioni del post sono ben esposte e cercano di evitare coninvolgimenti etici che però risultano inevitabili.

Cade ovviamente l'occhio su Luca Coscioni che ha già scatenato, anche su questo blog, discussioni più o meno accese su etica e su cosa sia giusto e cosa no.

Dal post mi sembra di capire che UJ propenda per proseguire la ricerca sulle staminali embrionali. Questo va a scontrarsi con l'attuale realtà italiana. Che facciamo adesso?

Il punto è: se stiamo fermi rimaniamo al palo, oppure c'è un modo per procedere nel rispetto dell'etica cattolica che è, indubbiamente, patrimonio del nostro popolo?

Non perdiamo però un'occasione lasciandoci andare alla mistificazione esagerata? Dov'è la soglia invalicabile tra la ricerca del bene e il delirio di onnipotenza?

...a voi la parola.

OT: Ambisinistro, mi sa che ci siamo presi del COGLIONE ieri pomeriggio....parlava con noi? Vuoi essere tu Ernesto, o vuoi fare Evaristo? Fai coppia con me? Tanto di teste di cxxxo è pieno il mondo.

 
At 5/4/06 10:59 pm, Blogger Ambisinistro said...

Perdonami, Starpitti, se, come suggerisce il mio nick, fatico ad identificarmi totalmente con la sinistra italiana, ma risulta più che mai evidente che l'uscita del nostro beneamato premier è quantomeno fuoriluogo. Il concetto espresso, per il quale chi vota per la parte opposta è un colgione, denota idiozia. Sarebbe come dire che chi non tifa la mia squadra del cuore è un coglione. La politica coincide con la logica dell'interesse della fazione in cui ci si trova rappresentati in toto o, più spesso, solo in parte. Se voto sinistra è perchè ritengo che la sinistra difenda i miei interessi, qualsiasi essi siano.
Se voto destra è perchè ritengo che la destra difenda i miei interessi, qualsiasi essi siano. La sinistra, tendenzialmente, è più abile nella gestione dell'amministrazione. La destra, tendenzialmente, è più prudente nella gestione dell'etica. Anche se queste categorie vengono spesso smentite, rappresentano una linea di principio che può ancora fare la differenza tra sinistra e destra. Quindi, in linea di principio, ritengo importante l'alternanza delle forze politiche in modo da non squilibrare troppo gli interessi e da non consegnare il paese in mano ad una unica lobby di interessi.
Berlusconi ha avuto parecchie cadute di stile, ma, credo, questa le ha superate tutte. E' un comportamente che denota idiozia, perché non raggiunge nessun obiettivo se non quello di far capire quanto sia idiota chi pronuncia certe affermazioni. Questo è stato sottolineato anche dai suoi stessi alleati.

Con questo, invito chi vota a sinistra a seguire la propria strada e chi vota a destra a preferire altre forze politiche a forza italia.

 
At 5/4/06 11:06 pm, Blogger StarPitti said...

E bravo Ambisinistro, sei più che un coglione. Scusa se ti ho sottovalutato...

;-P

 
At 5/4/06 11:21 pm, Blogger Ambisinistro said...

Starpitti, Berlusconi MERITA un alternativa.

 
At 5/4/06 11:25 pm, Blogger StarPitti said...

Non stuzzicare la mia fantasia nel cercare un'alternativa....non politica!

;-S

 
At 5/4/06 11:36 pm, Blogger Ambisinistro said...

Stiamo andando pesantemente OT... Nel passato, ho mal sopportato simili affermazioni da esponenti di sinistra. Ritengo che tali affermazioni, da parte di chi si professa liberale e che denuncia come liberticida la parte avversa, siano particolarmente gravi. Purtroppo, non credo che un'affermazione simile possa spostare numericamente molti voti, perché chi vota una parte politica per credo non cambia la propria opinione per quello che dicono i politici: li vota e basta. Chi si trova ideologicamente al centro, vota per ragioni più attinenti al programma che alle affermazioni dei politici. Peccato. Simili affermazioni meriterebbero più attenzione. In ogni caso, parlarne fa solo da cassa di risonanza a chi, disperato, vuole far parlare di se. Onestamente, la frase di Berlusconi denota oltre che l'idiozia, uno scarso controllo di se e questo è pericoloso. L'uomo non si sa trattenere. Fino al punto di rischiare di pregiudicare la propria campagna elettorale. Con questo non voglio tessere le lodi del signor Prodi, rappresentante di nessun partito, ma voglio sottolineare che Berlusconi non ha il controllo di se: può avere il controllo del paese? Qualunque coalizione vinca le elezioni, auspico un ridimensionamento di forza italia.

 
At 6/4/06 12:09 am, Blogger StarPitti said...

Ma, morale della favola, tanto per stare in topic, lo studio sulle staminali embrionali cura anche l'idiozia?

O non c'è niente da fare?

Notte.

 
At 6/4/06 8:32 am, Blogger Ambisinistro said...

Ritorno a bomba in topic, con uno spunto di discussione. La relazione, perché di questo si tratta, di Unionjack appare equilibrata, ben motivata e sensata. Si intuisce che la sua posizione è di supporto alla ricerca sulle staminali, perché ritiene che si tratti di una strada percorribile per ottenere risultati concreti. D'altra parte, si intuisce che la sua esperienza professionale "condiziona" questa sua posizione. Mi spiego con un esempio personale. Come studente PhD di matematica sono favorevole al fatto che si supporti la ricerca nel settore della Geometria Algebrica. Tale disciplina annovera moltissimi successi nella soluzione di problemi pratici, alcuni di interesse per la collettività, quali: TAC, risonanza magnetica, studi neurali sulla visione (medicina), teoria dei codici (sicurezza), movimento degli automi (robotica)...; altri di chiaro interesse teorico: teoria delle stringhe, meccanica quantistica (fisica), modelli minimali (geometria, analisi matematica)... Chi si avventura nella ricerca pura ritiene spesso di essere utile alla collettività e alla comunità scientifica senza che le proprie scoperte possano avere una ricaduta negativa. Però, scavando in profondità, si scopre che una parte dei finanziamenti alla Geometria Algebrica provengono da enti che fanno capo all'esercito e che menti eccelse ed in totale buona fede (magari farò un post su uno di questi personaggi) scoprano in seguito che la loro teoria astratta si applichi perfettamente alla pratica necessaria alla guida di un missile...

Con questo non dico che non bisogna fare nulla perché potrebbero esserci delle conseguenze negative in seguito alle proprie scoperte. Ma mi chiedo: chi si avventura nella ricerca ne è consapevole?

In particolare, che cosa vuole dire embrione SOVRANNUMERARIO? Chi ricerca utilizzando embrioni SOVRANNUMERARI si sente a posto con la coscienza perché pensa di stare facendo una cosa giusta per il bene dell'umanità o non si pone il problema perché si nasconde dietro la parola SOVRANNUMERARIO?

 
At 6/4/06 12:09 pm, Blogger StarPitti said...

Adesso tocca a te U-Jack, quando hai tempo batti un colpo. Direi che AmbiSx ha colto in pieno, svelando anche un certo coinvolgimento professionale. Lo sai chi è vero UJ?

Posso uscire in OT? si dai...

OT:
E' difficile decidere quando la stupidità assume le sembianze della furfanteria e quando la furfanteria assume le sembianze della stupidità. Perciò sarà sempre difficile giudicare equamente i politici.

(A. Schnitzler. Aphorismen und Betrachtungen)


DON

 
At 6/4/06 1:43 pm, Blogger Ambisinistro said...

Quoto in pieno Schnitzler.

 
At 6/4/06 11:20 pm, Blogger Union-Jack said...

ci sono.
voglio essere franco, diretto e senza tanti giri di parole. Ovviamente quanto espongo è il "mio" pensiero.
Io credo nella scienza, nel progresso e nella ricerca. Pero' sono abbastanza smaliziato da sapere che i limiti che io mi impongo per tanti altri non esistono.
Non sono un fanatico anzi sono fin troppo moderato nell'esprimere il mio punto di vista. Se cosi' non fosse, alla mattina non mia alzerei neppure dal letto. Vivo il mio lavoro di ricercatore come un dovere nei confronti della Societa'. Sono consapevole che all'occhio profano tutto possa sembrare "inammissibile" ma vi assicuro che non vi sono banalita'. Nel mondo c'e' un esercito di personale scientifico che si fa un mazzo tanto (sabato e domenica, feriali e festivi senza timbrare mai il cartellino e che non sa cosa sia lavorare "solo" dalle 9 alle 5). Io non faccio esperimenti sulle staminali quindi non mi sento direttamente preso in mezzo. La povocazione che ho voluto inserire nel post precedente non è passata inosservata. Nessun ricercatore ha mai detto di congelare gli embrioni. Qualche politico - non so se di destra o di sinistra - ha permesso pratiche di fertilizzazione in vitro.....il risultato sono delle torri criogeniche piene di azoto liquido che per un certo tempo contengono gli embrioni che poi sempre per una bella legge (guarda un po' sono sempre i politici che fanno le pentole ma non i coperchi) devono essere distrutti ! non mi sembra tanto azzardato se qualcuno ha suggerito un altro destino. Stiamo attenti a non fare confusione tra etica e religione. Io ho espresso un parere etico ma laico.

volendo rispondere anche all'altra domanda dell'amico ambisinistro, io preferisco portare avanti la conoscenza e correre il rischio che qualcuno la utilizzi per scopi improprii piuttosto che stare con le mani in mano sapendo di avere i mezzi per tentare di fare qualcosa di buono. La scienza non è buona o cattiva, buoni o cattivi sono le persone che la praticano.

vado a fare la valigia che domani si torna a casa.

 
At 7/4/06 5:20 pm, Blogger Ambisinistro said...

Per UnionJack:

Premesso che la mia domanda non era una provocazione rivolta nei tuoi confronti, ma una vera e propria domanda, vorrei precisare che tale quesito è rivolto a chiunque frequenti questo blog, sia esso addetto ai lavori oppure no.

Concordo con te che bisogna fare ricerca anche se il risultato degli studi potrebbe essere usato male; la conoscenza ha due scopi che purtroppo sono contradittori:

1) migliorare la nostra consapevolezza (raro) e, quindi, portare beneficio all'umanità.

2)aumentare il nostro potere per fottere (nel senso più ampio del termine) il prossimo e, quindi, arrecare danno all'umanità.

Ogni ricercatore "consapevole" sa che questi due scopi sono strettamente interconnessi e che è estremamente difficile separarli e lavorare a favore di una sola delle due alternative. Questo non significa che non bisogna fare tutto il possibile per essere coerenti con l'alternativa che si è scelta. Sempre che questa scelta sia stata effettuata.

La domanda può essere riformulata in un modo più specifico per UJack: chi fa ricerca, in base all'opinione che ti sei formato e alla tua esperienza, si è mai posto il problema di fare questa scelta, oppure, se in quel settore ci sono i finanziamenti ed il ricercatore ha le competenze, ci si butta a pesce (viste le poche opportunità disponibili)?

Ritornando alle staminali:

"Nessun ricercatore ha mai detto di congelare gli embrioni.": quanto sei sicuro di questa affermazione? Vuoi dire che sono stati i politici a inventare la fecondazione in vitro?

"...embrioni...devono essere distrutti": le torri criogeniche le hanno inventate i politici?

"...non mi sembra tanto azzardato se qualcuno ha suggerito un altro destino...": chi lo ha suggerito? I politici che hanno inventato le torri criogeniche?

Non ti sembra che la scienza stia facendo solo un percorso più tortuoso per giustificare come un dato di fatto, cose che andrebbero trattate con maggior prudenza?

Secondo te, gli scienziati si sono trovati per caso un torri criogeniche piene di embrioni contro il loro volere?

Parlo come dottorando ad un dottorando: ti sembra di essere circondato da illuminati che non conoscono le bruttezze del mondo quando ti rechi al laboratorio e incontri i tuoi responsabili o, ogni tanto, ti viene il dubbio che anche loro siano esseri umani e che inseguano i loro interessi umani (profitto, carriera, celebrità, profitto, carriera, profitto, celebrità) come facciamo tutti?

 

Post a Comment

<< Home